AVVISO PUBBLICO ORD. MINISTERO DELLA SALUTE

lunedì, 24 febbraio 2020

Vista l’ordinanza contingibile e urgente emessa dal Ministero della Salute di Intesa con il Presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia in data 23/02/2020 e protocollata al nr. 1215 del 24/02/2020 comunica che fino al 1° marzo 2020 avverrà la:

-      Sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi, in luogo pubblico o privato, sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico, anche di natura culturale, ludico, sportiva e religiosa;

-      Chiusura dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado;

-      Sospensione dei servizi di apertura al pubblico del museo e della biblioteca e dell’utilizzo di tutte le sale comunali aperte al pubblico;

-      Sospensione di ogni viaggio di istruzione sia sul territorio nazionale che estero;

-      Previsione dell’obbligo da parte di individui che hanno fatto ingresso nel Friuli Venezia Giulia da zone a rischio epidemiologico come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità di comunicare tale circostanza al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria competente per territorio per l’adozione della misura di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva.

      Comunica inoltre le misure igieniche per le malattie a diffusione respiratoria:
a) Lavarsi spesso le mani: a tal proposito si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;

b) Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;

c) Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;

d) Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;

e) Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;

f) Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;

g) Usare la mascherina solo si sospetta di essere malato o si assiste persone malate;

h) Considerare che i prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi;

i) Considerare che gli animali da compagnia non diffondono il Coronavirus COVID 19;

j) Evitare tutti i contatti ravvicinati;

k) Ricordare che i cittadini che presentino evidenti condizioni sintomatiche ascrivibili a patologie respiratorie, fra cui rientra il Coronavirus COVID 19, possono contattare il numero 1500, il proprio medico di base e le ASL di riferimento ovvero, solo in caso di reale urgenza, il numero 112 e che si devono evitare accessi impropri al pronto soccorso.